III Corso Ecm Fad Targato AIPAS Anno 2016

Titolo

"IPOACUSIA IN ETA' PEDIATRICA, APPROFONDIMENTO DIAGNOSTICO E TERAPEUTICO: ITER PROTESICO E RIABILITATIVO"



Leggi tutto...

GENTILI PROFESSIONISTI,

IN QUESTA SEZIONE PUBBLICHIAMO 

LA RICHIESTA DI CHIARIMENTI ED IL SOLLECITO 

INVIATI ALLE SPETTABILI

REGIONE LIGURIA / ASL GENOVA 3






Leggi tutto...

GENTILI PROFESSIONISTI,

IN QUESTA SEZIONE PUBBLICHIAMO LE COMUNICAZIONI ED IL

SOLLECITO INVIATI ALLA SPETTABILE INAIL.

VI INVITIAMO A PRENDERE ATTO DEL LORO CONTENUTO.











Leggi tutto...

PROFESSIONISTI


L’Audioprotesista è un professionista sanitario che svolge la propria attività nella prevenzione , correzione e riabilitazione delle deficienze della funzionalità uditiva, in possesso di una laurea triennale presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia , un diploma in tecniche audio-protesiche e/o un titolo equipollente.
L’audioprotesista è l’unico professionista abilitato alla correzione del sistema uditivo, applica sistemi di correzione elettronici ed accoppiatori acustici.
Svolge la propria attività nell'esaminare e valutare il deficit uditivo: dietro indagini strumentali valutative, sceglie la soluzione migliore per recuperare al meglio la funzionalità uditiva, con i sistemi acustici più adatti al paziente audioleso e nel rispetto delle sue esigenze psico-fisiche ed estetiche.
L’audioprotesista lavora autonomamente, oppure in team multidisciplinari con altri professionisti (otorino, audiologo, foniatra, logopedisti, psicomotricisti, audiometristi ecc.); esso aggiorna costantemente le proprie conoscenze attraverso l’educazione e l’addestramento con corsi ECM in Medicina (educazione continua in medicina).

L’Audiometrista è un professionista sanitario che svolge in autonomia la propria attività, nella prevenzione, valutazione e riabilitazione delle patologie del sistema uditivo e vestibolare, nel rispetto delle attribuzioni e delle competenze diagnostiche terapeutiche del medico.
Esso aiuta a formulare la diagnosi delle patologie sopra menzionate con l’aiuto del medico otorino- audiologo-foniatra.
In possesso di una laurea triennale presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia , un diploma in tecniche audiometriche e/o un titolo equipollente.

L’audiometrista lavora autonomamente , oppure in team multidisciplinari con altri professionisti (otorino, audiologo, foniatra, logopedisti, psicomotricisti, audioprotesiche ecc.); esso aggiorna costantemente le proprie conoscenze attraverso l’educazione e l’addestramento con corsi ECM in Medicina (educazione continua in medicina).
Leggi tutto...

RICERCA E TECNOLOGIA

Leggi tutto...

A.I.P.A.S RISPONDE

A.I.P.A.S. Associazione è da sempre al servizio dei suoi associati e di coloro che trovano difficoltà nell'esercizio della professione di Audioprotesista ed Audiometrista.

Attraverso il nostro form di contatti è possibile inviare le tue domande. Qui di seguito, diamo risposta pubblica ad alcune domande che ci sono state poste dai nostri associati e non.

1. COME SI DIVENTA AUDIOPROTESISTI??
PER OTTENERE LA QUALIFICA DI DOTTORE IN AUDIOPROTESI OCCORRE CONSEGUIRE LA LAUREA TRIENNALE IN TECNICHE AUDIOPROTESICHE. 
L'AUDIOPROTESISTA È UN OPERATORE SANITARIO CHE PRESTA LA SUA OPERA IN AMBITO DELLA PREVENZIONE, CORREZIONE E RIABILITAZIONE DELLE DEFICIENZE DELLA FUNZIONE UDITIVA ATTRAVERSO L’APPLICAZIONE DI DISPOSITIVI MEDICI DEFINITI "AUSILI UDITIVI". LO STESSO È LA SOLA FIGURA PROFESSIONALE CONSONA ALLO SVOLGIMENTO DI TALE APPLICAZIONE COSÌ COME STABILITO DAL DM 668 DEL 14/09/1998 E LEGGE N. 42 DEL 26/02/1999.

2. L’ASSICURAZIONE NAZIONALE È OBBLIGATORIA??
TALI ASSICURAZIONI SONO OBBLIGATORIE PER TUTTI COLORO CHE LAVORANO NELLA SANITÀ PUBBLICA E PRIVATA. SI FA PRESENTE CHE LE ASSICURAZIONI PER LE PROFESSIONI SANITARIE DEVONO ESSERE PRETTAMENTE PERSONALI. 
SI PRECISA CHE LA POLIZZA VA PRESENTATA AL SOTTOSCRIVENTE IL QUALE DOPO AVERLA LETTA ED ESAMINATA POTRÀ, LIBERAMENTE, DECIDERNE L’ACCETTAZIONE. UNA VOLTA STIPULATA LA STESSA, LE PARTI PROVVEDERANNO A FIRMARLA ED A TAL PUNTO LA COMPAGNIA ASSICURATIVA PROCEDERÀ AL RILASCIO DI UNA COPIA DELLA POLIZZA PER OGNI PARTE. IL PROFESSIONISTA, NEL CORSO DEL TEMPO, POTRÀ, IN PIENA AUTONOMIA, VALUTARE IL PREMIO CONCORDATO E LA CONGRUITÀ DEL CONTRATTO IN ESSERE.

3. COSA SONO I CREDITI ECM??
L’ECM “EDUCAZIONE CONTINUA IN MEDICINA” È UN PROGRAMMA NAZIONALE DI ATTIVITÀ FORMATIVE ATTIVO IN ITALIA DAL 2002, LO STESSO PREVEDE IL MANTENIMENTO DI UN ELEVATO LIVELLO DI CONOSCENZE RELATIVE ALLA TEORIA, PRATICA E COMUNICAZIONE IN CAMPO MEDICO. IL PROGRAMMA È STATO ADOTTATO DAI MAGGIORI PAESI DEL MONDO ED, IN ITALIA, È OBBLIGATORIO PER TUTTI I PROFESSIONISTI DELLA SANITÀ ALLO SCOPO DI MANTENERSI AGGIORNATI E PERTANTO COMPETENTI. IL PROGRAMMA ECM PREVEDE L'ACQUISIZIONE DI UN NUMERO DETERMINATO DI CREDITI FORMATIVI PER OGNI AREA SPECIALISTICA, MEDICA E PER TUTTE LE PROFESSIONI SANITARIE. 

LA PARTECIPAZIONE AL PROGRAMMA ECM È UN DOVERE PREVISTO DAL CODICE DEONTOLOGICO, ED È UN OBBLIGO CONFERMATO DALLA SENTENZA DEL TAR N. 14062/2004 DEL 18 NOVEMBRE 2004. OGNI OPERATORE SANITARIO POTRÀ PROVVEDERE, ALLA SUA FORMAZIONE IN AMBITO ECM, IN COMPLETA AUTONOMIA MA, CERCANDO DI RISPETTARE E PREDILIGERE, GLI OBIETTIVI DI INTERESSE NAZIONALE E REGIONALE CHE SONO STATI PREFISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE.

4. IN CHE MODO, GLI OPERATORI SANITARI, POSSONO OTTENERE I CREDITI ECM??
ATTUALMENTE, È POSSIBILE OTTENERE I CREDITI ECM ATTRAVERSO TRE MODALILTÀ: 

1) PARTECIPAZIONE AGLI EVENTI FORMATIVI RESIDENZIALI, OVVERO CONGRESSI – CONFERENZE – SEMINARI;
2) SOSTENENDO CORSI DI FORMAZIONE A DISTANZA “FAD”; 
3) PARTECIPANDO A CORSI DI FORMAZIONE SUL CAMPO “FSC”. GLI STESSI SONO ACCREDITATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA (CNFC), OPPURE DALLE REGIONI O ANCORA DALLE PROVINCE AUTONOME. I CREDITI ECM EROGATI DAI CORSI FAD RILASCIATI DALLE REGIONI E DALLE PROVINCE AUTONOME SONO RICONOSCIUTI SOLO PER I PROFESSIONISTI CHE OPERANO SUL TERRITORIO DELL’ENTE ACCREDITANTE. INVECE I CREDITI ECM EROGATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE PER LA FORMAZIONE CONTINUA (CNFC) SONO VALIDI IN TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE.

5. QUANTI CREDITI ECM OCCORRONO IN UN ANNO??
I CREDITI DA CONSEGUIRE NEL TRIENNIO 2014-2016 SONO 150 (CENTOCINQUANTA). IL PROFESSIONISTA CHE É IN REGOLA CON IL PRECEDENTE TRIENNIO PUÓ BENEFICIARE DI UN BONUS OVVERO POTRÀ ACQUISIRE 105 (CENTOCINQUE) CREDITI, CIOÉ “35 CREDITI ANNUI”. 

6. I CREDITI ECM SONO OBBLIGATORI ANCHE PER CHI NON È IN POSSESSO DI TITOLO ABILITANTE??
ASSOLUTAMENTE NO! CHI NON É IN POSSESSO DI TITOLO ABILITANTE NON PUÓ ACQUISIRE CREDITI ECM. GLI STESSI, SONO OBBLIGATORI SOLTANTO PER I PROFESSIONISTI DELLA SANITÀ CHE, DOPO AVER OTTENUTO LA LAUREA, SONO TENUTI A MANTENERSI AGGIORNATI ATTRAVERSO GLI ECM OVVERO “EDUCAZIONE CONTINUA IN MEDICINA”.

7. SI PUÒ ESSERE ISCRITTI A PIÙ ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA??
L'ISCRIZIONE AD UNA ASSOCIAZIONE NON É OBBLIGATORIA MA BENSÌ FACOLTATIVA. ATTRAVERSO IL TESSERAMENTO SI SOSTIENE IL SODALIZIO CHE SI RITIENE “IN LIBERA SCELTA” QUELLO PIÙ VICINO ALLE PROPRIE ESIGENZE. 
DUNQUE IL PROFESSIONISTA, PROPRIO SULLA BASE DELLE PROPRIE NECESSITÁ, PUÓ OPTARE ANCHE PER DIVERSE SCELTE. IL TESSERAMENTO É, PERTANTO, UNA SCELTA E NON UN OBBLIGO.

8. QUANDO POSSONO ESSERE FORNITI GLI APPARECCHI ACUSTICI ATTRAVERSO PRATICA ASL??
IL SSN FORNISCE, ATTRAVERSO AZIENDE CONVENZIONATE ISCRITTE IN APPOSITI ELENCHI, GLI APPARECCHI ACUSTICI AVENTI DETERMINATE CARATTERISTICHE TECNICHE, A QUEI PAZIENTI CHE SONO AFFETTI DA IPOACUSIA ED IN POSSESSO DI INVALIDITÀ CIVILE, RICONOSCIUTA, PARI O SUPERIORE AD UN TERZO (34%).

9. ESISTE UN NUMERO MASSIMO DI CREDITI ECM A DISTANZA (FAD) CHE POSSO RACCOGLIERE PER OGNI ANNO??
NO, LA NORMATIVA NAZIONALE NON FISSA UN LIMITE MINIMO E MASSIMO DI CREDITI FORMATIVI DA ACQUISIRE IN UN ANNO SOLARE MA, PREVEDE L'UTILIZZO DELLE DIVERSE TIPOLOGIE FORMATIVE: RESIDENZIALE, FAD, FSC. ESISTE INVECE UNA REGOLAMENTAZIONE PER GLI INFERMIERI CHE NON POSSONO ECCEDERE COMPLESSIVAMENTE IL 60% DEL MONTE CREDITI TRIENNALE (90 CREDITI SU 150). 

10. UN APPARECCHIO ACUSTICO PUÓ ESSERE APPLICATO DA UN MEDICO DI BASE O DA UN PROFESSIONISTA SANITARIO CHE NON SIA UN AUDIOPROTESISTA??
NO, ASSOLUTAMENTE, POICHÈ LA SOLA FIGURA PROFESSIONALE, ABILITATA ALL'APPLICAZIONE DEGLI APPARECCHI ACUSTICI, È IL DOTTORE IN AUDIOPROTESI. TANTO SECONDO LE LEGGI VIGENTI.

Leggi tutto...